MA È DAVVERO NECESSARIO? – Sulla violenza contro le donne

Ieri, 25 novembre, nel mondo si è “celebrata” la giornata mondiale per la violenza contro le donne.

Ma è davvero necessario

Scopo di tale evento, come in molti altri casi, è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica di tutto il mondo riguardo ciò che accade all’essere umano di genere femminile.
È una gran cosa, in effetti. Parlare di diritti umani, fondamentali per l’uomo. Però, a pensarci bene, mi viene un dubbio: quante altre “giornata mondiale per…” esistono al mondo. Credo che se scrivessi sul calendario il nome di ogni giorno riferendomi alla ricorrenza annuale che si ricorda in quel determinato arco di ventiquattro ore, probabilmente mi rimarrebbero poche caselle vuote.
Non voglio criticare l’idea in sé. Lungi da me accusare e sminuire ciò che viene fatto. Tuttavia l’episodio, curioso, è stato il seguente, della durata di pochi secondi: esco dall’aula ristoro della mia università per andare a un’esercitazione pomeridiana e, davanti a me vedo alcune ragazze, tra cui una mia compagna di corso, che camminano in silenzio, non rispondono a nessuno e portano sulle labbra una croce di nastro adesivo nero.
Ora, la cosa non mi ha sconvolto e non mi ha nemmeno lasciato perplesso. Sapevo che giorno rappresentasse il 25 novembre, però poi, a lungo andare, continuando a rivedere nella mia mente quella scena un po’ bizzarra, mi sono chiesto: ma è davvero necessario? Un po’ il leitmotiv di tante altre manifestazioni che si vedono oggi. Mi domando spesso: ma è davvero necessario?
Insomma, capisco che manifestare per molte cose, importanti oltretutto, sia diritto di chiunque e serva per dimostrare che si tratta di temi d’attualità e non reminiscenze di un passato lontano. Capisco che si debba informare veramente l’opinione pubblica attraverso canali super partes, evitando le cosiddette notizie faziose, com’è giusto che sia, però ugualmente mi viene da pensare che la violenza sulle donne sia qualcosa di ributtante. Perciò, pur rischiando di attirarmi le ire della pubblica opinione, è davvero necessario attaccarsi sulle labbra due pezzi di nastro adesivo nero, per simboleggiare questa lotta silenziosa?
Io non ho preso parte al flash mob che si è tenuto nella mia università e non per mancanza di voglia, per altri impegni precedentemente presi o per fare il bastian contrario. Sono un essere umano, maschile, dotato di un cervello funzionante. Cogito ergo sum, come avrebbe detto Cartesio. So sfruttare lo straordinario dono dell’evoluzione. So pensare con la mia testa, quindi mi rendo conto che è inutile e assolutamente sbagliato fare violenza verso un altro essere umano e tra gli altri esseri umani, guarda il caso, ci sono anche le bambine, le ragazze, le donne.
Quindi, ancora una volta mi chiedo: ma è davvero necessario? È necessario porre l’accento su una questione che è, in linea teorica, puramente pleonastica? Lottare per i diritti dell’essere umano, di riflesso, non è lottare per i diritti della donna? Non credo sia difficile rispondere.
Inoltre, come sopra, non ho preso parte a questo evento perché, per parte mia, non potrei mai fare del male a un altro uomo, men che meno a una donna. Non mi serve essere sensibilizzato. Sono sufficientemente sveglio per capire, spostando la logica cattolica in ambito quotidiano, che non bisogna fare agli altri ciò che non vorresti venisse fatto a te.
Ora distruggetemi pure, ma io non muoverò un dito.
Sono convinto che se vuoi, puoi. Se ti macchi di un crimine simile, allora, per me, non puoi neppure essere considerato un mio pari. Forse biologicamente parlando lo sei, ma per il resto, come dice il sergente maggiore Hartman, sarai solo un pezzo informe di materia organica anfibia comunemente detta “merda”!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...